20171002_prato_al_futuro_-_ambiente_e_agricoltura_-_invito_crowdlab_-_slide

La città guarda al futuro e, agendo sulla comunicazione, apre ai progettisti.

02 Ottobre 2017
Una sala gremita di architetti provenienti da tutta Italia, di amministratori, di imprenditori, portatori di interessi oltre a cittadini e loro associazioni ha accolto il 14 settembre scorso il primo appuntamento del percorso partecipativo che il Comune di Prato ha predisposto per accompagnare la redazione del suo nuovo Piano Operativo, la cui adozione è prevista nel maggio 2018. Nell’auditorium della Camera di Commercio di Prato è cominciato il programma di Prato al Futuro, il percorso di partecipazione e comunicazione voluto dall’Amministrazione pratese per rendere ancora più forte e condivisa l’azione che accompagna la preparazione del nuovo strumento urbanistico.

Il fatto interessante è che la visione sulla città contemporanea, di cui Prato ha dato traccia con il concorso internazionale per il Parco Centrale di Prato www.pppprato.it, con l’espansione del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci www.centropecci.it, con il Parco Fluviale lungo il Bisenzio, con il Piano di Innovazione Urbana sviluppato per attivare la riconversione del “Macrolotto Zero”, viene oggi messa a confronto con le esperienze e le idee dei numerosi professionisti che qui si sono dati appuntamento per avviare un processo che, nelle intenzioni della pubblica amministrazione, mette il progetto al centro del discorso sul futuro della città.



Ogni mese, davanti a ciascuno dei quattro assi tematici individuati dal Piano Operativo (Connessioni, Ambiente e agricoltura, Patrimonio da rigenerare, Spazio pubblico), Prato accoglie professionisti ed esperti, spesso giovani e portatori di nuove idee. Il prossimo incontro si svolgerà in forma di crowdlab il 6 ottobre, dalle 16, nell'auditorium della Camera di Commercio di Prato. A fornire ispirazione, attraverso il racconto della sua ricerca e della sua esperienza professionale, sarà Marco Poletto (ecoLogicStudio). L'incontro, che si arricchirà del confronto con numerosi professionisti, si concluderà con una conversazione condotta da Pietro Valle (Studio Valle Architetti Associati) con Roberta Fusari (assessore all’urbanistica del Comune di Ferrara) e Silvia Lupini (LOOP Landscape & Architecture Design). Per il programma completo la invitiamo a visitare il sito di Prato al Futuro www.pratoalfuturo.it

Nel ricevere l'incarico per la comunicazione di questo processo, e al fine di favorire l'avvicinamento di professionisti a una città che negli ultimi anni sta mostrando la volontà di disegnare il cambiamento, abbiamo messo in gioco la nostra passione per costruire relazioni e per fare emergere le opportunità di progetto di cui ogni città ha bisogno per sostenere la sfida della contemporaneità.

Invitiamo i progettisti interessati a partecipare ai prossimi incontri.
20171001_mork-ulnes_architects_-_mylla_hytte_-_ph_07_photo_by_bruce_damonte_-_slide

Mork-Ulnes Architects. Mylla Cabin in Norvegia.

01 Ottobre 2017
Mylla Cabin reinterpreta i vincoli del locale regolamento edilizio in maniera creativa, scomponendo il piccolo volume in 4 settori, ognuno con il tetto inclinato, che inquadrano 4 diverse porzioni del paesaggio circostante: e così la vetrata del soggiorno inquadra il lago sottostante, la stanza degli ospiti affaccia sulle colline, quella dei bambini ritaglia un angolo di cielo e la camera da letto principale è proiettata verso il bosco.

Image MEDIA AGENCY, che ha in cura la comunicazione dell'opera da poco completata, è pronta a offrire materiali su questo progetto ai giornalisti interessati. Potete visitare la sezione News Seeds del nostro sito o contattarci all'indirizzo press@image-web.org per ricevere la cartella stampa completa.
20170424_atelier_paul_laurendeau_-_amphitheater_cogeco_-_64209_-_ph_015_-_photo_adrien_williams_-_slide

Atelier Paul Laurendeau. Anfiteatro Cogeco a Trois-Rivières, Quebec, Canada.

24 Aprile 2017
Il nuovo anfiteatro progettato da Atelier Paul Laurendeau a Trois-Rivières si riflette nelle acque del fiume St. Lawrence River. Un sorprendente landmark urbano che accoglie, sotto la sua grande tettoia di 7.200 metri quadrati, posta a 26 metri di altezza, i 3.500 posti a sedere del teatro all’aperto.
 
Image MEDIA AGENCY, che ha in cura la comunicazione dell'opera da poco completata, è pronta a offrire materiali su questo progetto ai giornalisti interessati. Potete visitare la sezione News Seeds del nostro sito (http://www.image-web.org/press_area/projects) o contattarci all'indirizzo press@image-web.org per ricevere la cartella stampa completa.
20170121_un_idea__una_citt__-_poster_crop_-_slide

A call for micro-strategies to activate new public spaces.

22 Gennaio 2017
Which micro-strategies can be developed through design to stimulate the birth of new forms of public space in small and large cities, with limited investments? Which new ideas can emerge to interpret the contemporary cultural and economic trends, by activating new programs in the urban context? What role for cultural institutions, such as museums or contemporary art centers, to promote new relations with the urban environment? 

Museo delle Terre Nuove (Museum of New Towns), housed in the prestigious Palazzo d’Arnolfo in the town of San Giovanni Valdarno (20 miles southeast of Florence, Italy), and Casa Masaccio Arte Contemporanea invite young designers to join a competition to conceive a micro-strategy aimed at redefining the relation between the museum and the city. 

Design solutions that will define new experiences in public space are expected that will focus on the arcade of the ancient Palazzo d’Arnolfo and that will be practicable as permanent installations. Strategies of collaboration with local institutions, producers, or companies will be welcome. Entries should be inspired by the key topics offered by the Museum, whose galleries introduce the public to development on medieval urban planning, to further encourage interaction and social thinking on public space, art, and the environment. 

Official website for this competition is the one of Museo delle Terre Nuove: www.museoterrenuove.it. The deadline for applications is February 28, 2017. By March 6, 2017 the jury including Pippo Ciorra, Richard Ingersoll, Gianni Pettena, Camilla Perrone, Gianpiero Venturini will nominate the winner or the winning team that will be invited to San Giovanni Valdarno for a one-week long residency, during which meetings with local institutions, citizens and partners will take place that will move the design strategy to the next step. 

When the Municipality of San Giovanni Valdarno entrusted us with the organizational and communication activity for this competition, we saw it as another good occasion for our group to encourage young designers to embrace an experimental approach to architecture, to challenge the given conditions with the power of ideas. 

At Image we are aware of the needs public administrations have and we hence based out actions on strong immediacy and accessibility. Our team is supporting the entire development of this program and our press office is constantly active to report on the competition process, to highlight the most prominent topics, to stimulate an active participation on the part of young designers and to disseminate proposals and strategies. 

We kindly invite interested young designers to access the competition call here.
Image-floresprats-salabeckett-62408-ph_04_old_and_new_window_connecting_the_bar_with_the_vestibule_photoadri_goula_lr_-_slide

Flores & Prats Architects. Sala Beckett, Barcellona, Spagna.

08 Dicembre 2016
Sala Beckett è un nuovo spazio per la cultura progettato da Flores & Prats a Barcellona. È caratterizzato da una straordinaria vivacità e da un sorprendente rapporto con la storia che tende a ridefinire il tema del recupero architettonico. La nuova Sala Beckett, inaugurata nel novembre 2016 a Poblenou, nel distretto di Sant Martí, è dedicata al teatro, alla sperimentazione e alla formazione. 

Image MEDIA AGENCY, che ha in cura la comunicazione dell'opera da poco completata, è pronta a offrire materiali su questo progetto ai giornalisti interessati. Potete visitare www.image-web.org/press_area/projects o contattarci all'indirizzo press@image-web.org ma per ricevere la cartella stampa completa.