20171002_prato_al_futuro_-_ambiente_e_agricoltura_-_invito_crowdlab_-_slide

La città guarda al futuro e, agendo sulla comunicazione, apre ai progettisti.

02 Ottobre 2017
Una sala gremita di architetti provenienti da tutta Italia, di amministratori, di imprenditori, portatori di interessi oltre a cittadini e loro associazioni ha accolto il 14 settembre scorso il primo appuntamento del percorso partecipativo che il Comune di Prato ha predisposto per accompagnare la redazione del suo nuovo Piano Operativo, la cui adozione è prevista nel maggio 2018. Nell’auditorium della Camera di Commercio di Prato è cominciato il programma di Prato al Futuro, il percorso di partecipazione e comunicazione voluto dall’Amministrazione pratese per rendere ancora più forte e condivisa l’azione che accompagna la preparazione del nuovo strumento urbanistico.

Il fatto interessante è che la visione sulla città contemporanea, di cui Prato ha dato traccia con il concorso internazionale per il Parco Centrale di Prato www.pppprato.it, con l’espansione del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci www.centropecci.it, con il Parco Fluviale lungo il Bisenzio, con il Piano di Innovazione Urbana sviluppato per attivare la riconversione del “Macrolotto Zero”, viene oggi messa a confronto con le esperienze e le idee dei numerosi professionisti che qui si sono dati appuntamento per avviare un processo che, nelle intenzioni della pubblica amministrazione, mette il progetto al centro del discorso sul futuro della città.



Ogni mese, davanti a ciascuno dei quattro assi tematici individuati dal Piano Operativo (Connessioni, Ambiente e agricoltura, Patrimonio da rigenerare, Spazio pubblico), Prato accoglie professionisti ed esperti, spesso giovani e portatori di nuove idee. Il prossimo incontro si svolgerà in forma di crowdlab il 6 ottobre, dalle 16, nell'auditorium della Camera di Commercio di Prato. A fornire ispirazione, attraverso il racconto della sua ricerca e della sua esperienza professionale, sarà Marco Poletto (ecoLogicStudio). L'incontro, che si arricchirà del confronto con numerosi professionisti, si concluderà con una conversazione condotta da Pietro Valle (Studio Valle Architetti Associati) con Roberta Fusari (assessore all’urbanistica del Comune di Ferrara) e Silvia Lupini (LOOP Landscape & Architecture Design). Per il programma completo la invitiamo a visitare il sito di Prato al Futuro www.pratoalfuturo.it

Nel ricevere l'incarico per la comunicazione di questo processo, e al fine di favorire l'avvicinamento di professionisti a una città che negli ultimi anni sta mostrando la volontà di disegnare il cambiamento, abbiamo messo in gioco la nostra passione per costruire relazioni e per fare emergere le opportunità di progetto di cui ogni città ha bisogno per sostenere la sfida della contemporaneità.

Invitiamo i progettisti interessati a partecipare ai prossimi incontri.